HomeEconomiaBonus 200 euro ecco come funziona

Bonus 200 euro ecco come funziona

Negli ultimi si fa comprensibilmente un gran parlare del Bonus 200 euro e ci si chiede giustamente a chi spetta e chi ne avrà effettivamente diritto. Si tratta di una agevolazione pensata per mitigare gli effetti del caro prezzi ma ci sono alcune categorie di lavoratori dipendenti che potrebbero esserne esclusi nonostante pensassero di averne diritto.

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto legge Aiuti e sono anche arrivati dei nuovi dettagli sulle modalità con cui verrà erogata l’agevolazione del governo per aiutare i cittadini italiani a fronteggiare l’aumento dei prezzi. Purtroppo alcune categorie di persone che facevano affidamento su questo bonus da 200 euro potrebbero restare deluse.

Cosa dice la normativa

L’articolo 31 della normativa del decreto Aiuti sul bonus dice che i 200 euro spettano una tantum per una mensilità a i lavoratori dipendenti di cui all’articolo 1, comma 121, della legge 30 dicembre 2021, numero 234, non titolari dei trattamenti di cui all’articolo 32 e che, nel primo quadrimestre dell’anno 2022, hanno tratto beneficio dall’esonero del comma 121.

Si è deciso in sostanza di non vincolare questo bonus da 200 euro al reddito dei lavoratori dipendenti ma alla possibilità che abbiano beneficiato di questa riduzione contributiva per almeno 1 mese nei primi 4 mesi dell’anno. Rischiano però di restare esclusi dalla platea di chi può ricevere il bonus i docenti non di ruolo in quanto con contratto in scadenza a giugno.

Il bonus da 200 euro verrà finanziato con 6,5 miliardi di euro e i beneficiari sono stati suddivisi per categoria di appartenenza sulla base del proprio lavoro. A seconda dei casi ci sono lavoratori che riceveranno aiuto in modo automatico e altre che invece dovranno, per ricevere il bonus, presentare domanda all’Inps.

I lavoratori italiani a cui spetterebbe questo bonus sarebbero 31,5 milioni di cui 13,78 milioni lavoratori dipendenti e 13,7 milioni pensionati con un reddito inferiore ai 35.000 euro annuali. Ci sono poi ancora 4 milioni di cittadini che sono suddivisi tra percettori di reddito di cittadinanza (circa 900.000), badanti e colf (circa 750.000) e poi disoccupati che a giugno percepiscono sussidi (1,1 milioni) e lavoratori stagionali, del turismo e dello spettacolo (circa 350.000).

Otterranno questa misura una tantum automaticamente nel mese di luglio i lavoratori dipendenti, i pensionati, i percettori di reddito di cittadinanza e i disoccupati.

 

 

Daniele Caputo
Daniele Caputo
Buongiorno a tutti! Il mio nome è Daniele, ho 41 anni e la mia passione è l’analisi geopolitica. Avendo una laurea in economia, ho unito questo grande interesse alle mie competenze, trovando un posto nel mondo del giornalismo! Vivo a Torino e ho due figli bellissimi, Giovanni e Marzia.
RELATED ARTICLES

Most Popular