HomeEsteriStop esportazioni gas e carbone dall’Ucraina: lo annuncia Zelensky

Stop esportazioni gas e carbone dall’Ucraina: lo annuncia Zelensky

In Ucraina la pace sembra essere ancora molto lontana. Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha annunciato in queste ore che Kiev procederà con lo stop esportazioni gas e carbone all’estero. Il motivo è che secondo Zelensky quello che arriverà sarà uno degli inverni più difficili di sempre.

Ci si prepara a un difficile inverno

Il motivo è che si pensa che il prossimo autunno/inverno sarà durissimo per via della guerra. Lo stop esportazioni gas e carbone dall’Ucraina è stato annunciato proprio dal presidente ucraino nel suo ultimo video messaggio. In sostanza quindi la produzione si concentrerà unicamente nel soddisfare la domanda interna.

Del resto il primo ministro ucraino, Denis Shmygal, ha anche aggiunto che la produzione di carbone nelle miniere sotto controllo statale ucraino sarebbe diminuita di circa un terzo dalla fine di febbraio. Lo stop esportazioni gas e carbone è stato quindi deciso a scopo precauzionale e in molti hanno suggerito di prepararsi per la stagione di riscaldamento.

Il governo di Kiev ha anche incaricato la compagnia statale Naftogaz di provvedere all’accumulo di almeno 19 miliardi di metri cubi di gas all’interno degli impianti di stoccaggio sotterranei. Nella scorsa stagione di riscaldamento Kiev aveva circa 9 miliardi di metri cubi di gas in deposito.

Stop esportazioni gas e carbone dall’Ucraina: lo annuncia Zelensky
Stop esportazioni gas e carbone dall’Ucraina deciso dal presidente Zelensky per precauzione.

L’obiettivo è quello di riparare le centrali elettriche danneggiate

Oltre allo stop esportazioni gas e carbone dall’Ucraina all’estero, Zelensky ha anche informato di una riunione nella quale si è discusso dell’acquisto di una quantità sufficiente di gas per la prossima stagione. Non solo, il governo di Kiev sta anche riflettendo su come riparare rapidamente le centrali termiche ed elettriche danneggiate dalla guerra.

Proprio i rischi per il prossimo futuro hanno suggerito al governo di Kiev un approccio prudente, da qui la decisione dello stop esportazioni gas e carbone. Tutta la produzione verrà quindi sostanzialmente destinata alla domanda interna. Infine il presidente ucraino ha anche informato che il governo sta creando un quartier generale per la gestione delle esigenze in vista del prossimo inverno.

I russi continuano l’avanzata

Intanto la guerra sul terreno continua con i russi che non accennano a fermare la loro avanzata nel Donbass. Si combatte ancora a Severodonetsk con gli ucraini che affermano di aver lanciato alcune controffensive negli ultimi giorni. Queste però non sarebbero state risolutive e infatti i russi controllerebbero ancora gran parte dell’abitato.

Daniele Caputo
Daniele Caputo
Buongiorno a tutti! Il mio nome è Daniele, ho 41 anni e la mia passione è l’analisi geopolitica. Avendo una laurea in economia, ho unito questo grande interesse alle mie competenze, trovando un posto nel mondo del giornalismo! Vivo a Torino e ho due figli bellissimi, Giovanni e Marzia.
RELATED ARTICLES

Most Popular