Stop totale gas russo imminente: l’Europa si prepara

Lo stop totale gas russo potrebbe diventare realtà molto presto con tutte le conseguenze del caso. L’Agenzia Internazionale dell’Energia a questo riguardo ha lanciato un avvertimento molto chiaro all’Europa. Ci si dovrà quindi preparare a una completa interruzione delle forniture gas della Russia nei mesi invernali. La fine definitiva delle forniture di gas russo quindi non è più qualcosa che resta sullo sfondo ma assume contorni molto concreti.

La Russia utilizza la minaccia del gas come pressione internazionale

Anche se ora si parla apertamente di stop totale gas russo fino a pochi giorni fa già si erano dovuti fare i conti con alcune diminuzioni di consegne. Secondo molti analisti questi stop sarebbero serviti a Mosca anche a frenare il riempimento degli stoccaggi da parte dei paesi europei.

Lo stop totale gas russo viene ritenuto ormai sempre più inevitabile e occorre quindi prepararsi quanto prima.

Si cerca ora di capire cosa fare per farsi trovare preparati alla notizia del probabile stop totale al gas russo. Il capo dell’IEA, Fatih Birol, ha fatto sapere al Financial Times che la decisione di Mosca di ridurre il gas potrebbe essere il primo step di ulteriori tagli.

L’Europa dovrà quindi farsi trovare pronta qualora ci fosse uno stop totale gas russo da un giorno all’altro. Inoltre con l’inverno in arrivo molti analisti credono che i tagli al gas siano proprio orientati a destabilizzare i paesi europei. In questa fase in molti stanno immaginano persino di aumentare la produzione di carbone.

Per compensare l’impatto negativo sull’ambiente si prevede di accelerare la transizione europea verso le fonti non fossili.
Ma di fronte allo stop delle forniture di gas dalla Russia queste misure potrebbero non essere sufficienti.

L’Europa dovrà farsi trovare pronta

Si dovrebbe quindi ipotizzare seriamente anche il razionamento del gas. In Italia, almeno per ora, la situazione degli stoccaggi sarebbe sotto controllo (scorte al 55%) nonostante il taglio del 15% delle forniture voluta da Mosca. L’obiettivo sarebbe quello di raggiungere quota 90% a fine anno.

Insomma, la guerra in Ucraina sta avendo delle ripercussioni importanti che iniziano ora a riguardare anche il settore energetico. Il razionamento che seguirebbe lo stop totale gas russo potrebbe essere una ulteriore fonte di destabilizzazione interna nei paesi europei. Il timore di molti è che l’appoggio incondizionato a Kiev potrebbe quindi in qualche modo attenuarsi.

Tony Hadley: moglie, dove vive, età, figli, altezza

Tony Hadley, nome d'arte di Anthony Patrick Hadley, è un cantante britannico nato a Islington, Londra, il 2 giugno 1960. Conosciuto principalmente come frontman...

Kurt Russell: malattia, figlia, moglie, altezza, patrimonio

Kurt Russell è un attore e produttore cinematografico americano nato il 17 marzo 1951 a Springfield, Massachusetts. Figlio di Bing Russell, attore e giocatore...

Comunità sostenibili: il ruolo centrale dei pannelli solari nell’ecosistema energetico

L'urgenza di un cambiamento verso fonti di energia rinnovabile è diventata evidente nel contesto della crisi climatica globale. In questo scenario, le comunità sostenibili...

Giuliana De Sio: età, vita privata, compagno, figli, malattia

Giuliana De Sio è un'attrice italiana di fama internazionale, vincitrice di due David di Donatello e un Nastro d'Argento. La sua carriera, iniziata negli...

Ultime Notizie