HomeSpettacoliIl Cile a un passo dalla morte. Ecco il racconto della terribile...

Il Cile a un passo dalla morte. Ecco il racconto della terribile dipendenza del rapper!

Nelle sue pagine social, Il Cile, pseudonimo del cantautore Lorenzo Cilembrini, si apre e parla per la prima volta della sua lotta contro l’alcolismo, una dipendenza che lo ha accompagnato sin dalla giovane età.

Il Cile rivela che il suo primo incontro con l’alcol è avvenuto durante una notte di ferragosto sulla spiaggia di Torrette di Fano all’età di quindici anni, quando ha bevuto mezzo litro di “limoncé” caldo, che ha subito vomitato. Tuttavia, il cantautore rimane sincero e ammette di non aver rispettato la promessa che si era fatto di non bere più.

Il Cile
Il Cile, la foto dall’ospedale postata sui social

Il Cile si racconta in un post

Nel suo post sincero, senza protezioni né difese, Il Cile rivela che la causa principale del suo alcolismo sono la timidezza e l’insicurezza che ha sempre sentito fin dall’adolescenza. Ha sempre usato l’alcol come un modo per superare l’incapacità comunicativa e la paura del giudizio degli altri. Inoltre, si definisce un alcolista atipico, poiché può passare settimane senza bere, ma quando inizia a farlo, può protrarre il consumo per due giorni senza interruzioni.

Il cantautore condivide un episodio particolare della sua vita in cui era a Garda con una ragazza che ha intensificato la sua autodistruzione. A causa dell’eccessivo consumo di alcol, i due si addormentarono sulle torri gemelle di Gardaland. Successivamente, nel proseguimento della serata, si ritrovarono in un bar dove il proprietario gli propose di bere un enorme cocktail con una quasi intera bottiglia di Jeagermeister.

L’ultimo ricordo di Il Cile è di essersi svegliato in ospedale mentre tentava di togliersi il catetere, con una dottoressa che chiedeva alla ragazza responsabile della sua autodistruzione di fermarlo, se voleva ancora avere una vita sessuale con lui. La diagnosi era di pancreatite acuta.

Dopo tre mesi di sobrietà, Il Cile ricominciò a bere come e quando voleva, causando problemi nella sua vita professionale, personale ed emotiva. Questa situazione durò per due interi anni, con tutte le conseguenze negative che ne derivano a livello personale, sentimentale e spirituale. Insomma, l’alcol ha segnato la sua vita in tutte le sue sfaccettature.

L’aggravamento di salute

Solo qualche giorno fa, dopo aver completato alcuni esami medici, gli è stata comunicata una notizia che ha avuto un impatto significativo sulla sua vita. Gli è stato detto che, se vuole sopravvivere, dovrà rinunciare all’alcol per sempre. Sebbene le sue canzoni non trasmettano spesso euforia, ha ancora l’ardente desiderio di scriverne altre, scherza il rapper.

Questa notizia, anche se potrebbe sembrare assurda, gli ha regalato un’esperienza surreale. Mentre il medico gli spiegava in termini tecnici la cronicità del suo problema al pancreas, utilizzando vocaboli che richiamavano solo il mondo freddo dell’ospedale, Il Cile ha raccontato di avvertire un senso di sollievo.

Ha poi concluso il discorso con un messaggio di estrema importanza per le giovani generazioni, che rappresentano il cuore stesso di questi pensieri. “Per quale motivo sto condividendo queste parole? Vorrei spiegare ai giovani che dovrebbero considerare ogni sostanza come un elastico che può essere allungato con il pollice e l’indice delle proprie mani”.

“È possibile tirarlo a lungo, anche per tutta la vita, ma potrebbe capitare che il pollice e l’indice si debbano arrendere. Più si allunga quell’elastico, più dolore si sentirà nell’altra mano. Non abbiate timore di chiedere aiuto se vi sentite imprigionati da una qualsiasi sostanza. Siamo umani e finché siamo in vita, abbiamo il diritto di vivere nel modo migliore possibile.”

Luisa Mirella
Luisa Mirella
Mi chiamo Luisa Mirella, sono nata e cresciuta a Bologna e sono appassionata da sempre di cronaca e mondo dello spettacolo. L’informazione è il mio pane quotidiano e, dopo essermi laureata, ho iniziato subito lavorare in questo settore! I miei hobby sono, quando ho tempo, portare fuori il mio cane e viaggiare in giro per l’Italia!
RELATED ARTICLES

Most Popular