HomeEconomiaDal sostenibile al conveniente: le nuove abitudini d'acquisto della Gen Z

Dal sostenibile al conveniente: le nuove abitudini d’acquisto della Gen Z

Il mercato dei consumatori Millennials e Gen Z rappresenta un’opportunità economica di proporzioni miliardarie, e sempre più aziende stanno cercando di coglierla attraverso i social media. Secondo un recente rapporto di TD Cowen, queste generazioni stanno scoprendo il valore del loro potere d’acquisto principalmente su queste piattaforme digitali.

John Kernan, Direttore Generale di Retail e Consumer Brands di TD Cowen, ha discusso con Yahoo Finance le abitudini di spesa di queste generazioni, mettendo in evidenza come siano cambiate nel corso del tempo e come alcune aziende stiano sfruttando con successo la loro presenza digitale per attirare la loro attenzione.

L’economia sta attraversando un periodo di profonde trasformazioni, con tassi di inflazione e di interesse alle stelle. Questo ha portato a un cambiamento fondamentale nell’economia e nei budget dei consumatori, influenzando il loro livello di comfort e le tendenze di spesa, come spiega Kernan. Il concetto di “valore” è emerso come tema predominante nel sondaggio di quest’anno, con molti consumatori che cercano di ridurre le spese.

Ma cosa sta davvero guidando le decisioni di acquisto dei giovani? Nonostante i social media come TikTok e Instagram siano spesso associati agli acquisti impulsivi, il sondaggio ha rivelato che Amazon rimane la prima scelta per molti consumatori, seguito da Google. Queste due piattaforme giganti svolgono un ruolo cruciale nel commercio, influenzando significativamente il processo di acquisto, specialmente per i consumatori più giovani.

Tuttavia, nonostante l’importanza della sostenibilità negli anni passati, con molti Millennials e Gen Z che preferivano acquisti eco-compatibili e di seconda mano, la situazione sta cambiando.

Gen Z: quale l’impatto dell’inflazione

L’attuale contesto economico, caratterizzato da inflazione e tassi di interesse elevati, ha spostato l’attenzione verso il “valore” e il “prezzo”. Secondo Kernan, la sostenibilità come criterio di acquisto è diminuita rispetto al passato, probabilmente a causa della ricerca di valore e prezzo. Tuttavia, rimane un tema importante, soprattutto tra i consumatori più giovani.

Guardando al futuro, ci sono diverse sfide che queste generazioni dovranno affrontare. L’aumento dei tassi di interesse, i costi dei prestiti e l’inflazione, se continueranno su questa traiettoria, non solo eroderanno i budget, ma manterranno anche alti i tassi. Secondo Kernan, i consumatori avranno difficoltà ad uscire da questa situazione almeno fino al 2024.

In conclusione, mentre l’inflazione e l’attuale clima economico stanno influenzando le abitudini di consumo dei Millennials e della Gen Z, marchi e piattaforme digitali continuano a svolgere un ruolo chiave nella definizione delle decisioni d’acquisto. Tuttavia, con le crescenti sfide economiche, il valore e il prezzo stanno diventando sempre più importanti nel processo di spesa di queste generazioni. In un’era digitale in continua evoluzione, adattarsi e rispondere alle preferenze e alle priorità dei consumatori sarà fondamentale per il successo delle aziende.

Daniele Caputo
Daniele Caputo
Buongiorno a tutti! Il mio nome è Daniele, ho 41 anni e la mia passione è l’analisi geopolitica. Avendo una laurea in economia, ho unito questo grande interesse alle mie competenze, trovando un posto nel mondo del giornalismo! Vivo a Torino e ho due figli bellissimi, Giovanni e Marzia.
RELATED ARTICLES

Most Popular