HomeSpettacoliRobert De Niro al centro di una controversia: l'ex assistente lo ha...

Robert De Niro al centro di una controversia: l’ex assistente lo ha denunciato!

Robert De Niro si è ritrovato coinvolto in una disputa legale con la sua ex assistente Graham Chase Robinson. L’affascinante attore è stato accusato di sfruttare il suo status di potere per trarre vantaggi personali dai fondi del suo datore di lavoro. D’altro canto, Robinson ha risposto alle accuse, accusando De Niro di discriminazione di genere ed estorsione. I due hanno collaborato per ben 11 anni, fino a quando Robinson ha deciso di dimettersi nel 2019, dopo aver ottenuto una promozione a Vicepresidente della Produzione e delle Finanze. Non solo De Niro ha presentato un’azione legale nei confronti di lei, ma anche la Canal Production, la casa di produzione di cui l’attore è proprietario.

L’accusa di Robert De Niro all’assistente

Tutto è cominciato nel 2019, quando la casa di produzione dell’attore ha deciso di intentare una causa nei confronti dell’ex collaboratrice, accusandola di aver sottratto migliaia di dollari per fini personali. Ma la vera sorpresa è stata la controdenuncia presentata da Robinson, che ha accusato De Niro di aver avuto un comportamento tossico sul set e di averle fatto delle minacce. Insomma, una guerra senza esclusione di colpi!

La richiesta di De Niro è davvero clamorosa: niente di meno che 6 milioni di dollari, cifra che l’ex assistente avrebbe sperperato nel corso degli anni, e altri 5 milioni di miglia aeree. Sì, avete capito bene: Robinson avrebbe viaggiato gratis grazie ai punti bonus delle compagnie aeree riservati ai clienti più fedeli. Ma la sorpresa più grande è che la richiesta di risarcimento danni da parte di Robinson è ancora più alta: ben 12 milioni di dollari per danni emotivi. Cosa sarà mai successo tra questi due?

Dopo le dimissioni di Robinson avvenute nel 2019, la Canal Production ha deciso di denunciarla per aver sperperato ingenti somme di denaro in cene lussuose e in spostamenti in taxi e Uber personali, tutto al di fuori dei suoi doveri lavorativi. Ma Robinson non ha certo abbassato la testa e si è difesa strenuamente, sostenendo che queste spese erano state approvate personalmente da De Niro e dai dirigenti della casa di produzione. Insomma, sembra che ci sia molto di più dietro a questa storia di quanto si pensasse inizialmente.

Ma non è finita qui! Secondo De Niro e i suoi collaboratori, Robinson passava ore ed ore di lavoro a guardare serie televisive su Netflix, anziché occuparsi dei suoi compiti professionali.

Un inferno lavorativo

L’ex assistente di Robert De Niro è venuta fuori con una serie di rivelazioni scioccanti sul comportamento dell’attore premio Oscar. Secondo la povera assistente, sembra che De Niro abbia creato un inferno lavorativo, pieno di bullismo e discriminazione di genere.

La stampa non può che restare sbalordita dalle confessioni dell’ex assistente, che rivela come De Niro abbia cercato di trasformarla in una sorta di “moglie da ufficio”. Pare che l’attore l’abbia costretta ad assumersi compiti al di fuori delle sue mansioni, come lavare lenzuola e, udite udite, grattargli la schiena a richiesta!

Luisa Mirella
Luisa Mirella
Mi chiamo Luisa Mirella, sono nata e cresciuta a Bologna e sono appassionata da sempre di cronaca e mondo dello spettacolo. L’informazione è il mio pane quotidiano e, dopo essermi laureata, ho iniziato subito lavorare in questo settore! I miei hobby sono, quando ho tempo, portare fuori il mio cane e viaggiare in giro per l’Italia!
RELATED ARTICLES

Most Popular