HomeMotoriI test di sicurezza mettono alla prova il Fiat Pulse

I test di sicurezza mettono alla prova il Fiat Pulse

Nell’ambito dell’industria automobilistica, la sicurezza stradale rappresenta un capitolo fondamentale nel processo di sviluppo e valutazione dei nuovi veicoli. Organizzazioni come il Latin NCAP, focalizzate sulla sicurezza dei veicoli nel mercato latino-americano e caraibico, rivestono un ruolo chiave nel determinare il livello di protezione offerto dai veicoli attraverso test di sicurezza estremamente rigorosi.

Risultati dei test di sicurezza del Fiat Pulse

Il Fiat Pulse, un SUV compatto prodotto in Brasile, ha recentemente subito tali test, rivelando risultati che, sebbene non ottimali, forniscono una chiara indicazione delle aree che necessitano di miglioramenti. Il veicolo è munito di quattro airbag e del controllo elettronico della stabilità (ESC) di base, ma ha ottenuto solo due stelle nei test di sicurezza. In termini di protezione degli occupanti adulti e bambini, i punteggi si attestano rispettivamente al 67,18% e al 55,88%. La protezione dei pedoni ha ottenuto un punteggio ancora inferiore, del 45,39%, mentre l’assistenza alla sicurezza ha raggiunto il 55,81%.

Test di sicurezza completi

Nel dettaglio, il Fiat Pulse è stato sottoposto a impatti frontali, laterali, a test contro palo, whiplash (colpo di frusta), oltre a prove di protezione dei pedoni e test di controllo della stabilità (ESC/Moose). È doveroso precisare che i test hanno preso in considerazione la configurazione di sicurezza passiva di base, non includendo opzionali come la frenata automatica d’emergenza (AEB) e i sistemi di supporto alla corsia (LSS), che potrebbero incrementare la sicurezza del veicolo.

Sfide nella protezione degli occupanti adulti e bambini

Un punto critico emerso dai risultati è dato dalla protezione insufficiente offerta dalla copertura del sistema di protezione laterale della testa, che ha inciso negativamente sui punteggi nella categoria degli occupanti adulti. In particolare, si è osservata una protezione inadeguata per la testa del manichino di 3 anni, sia negli impatti frontali che laterali, nonostante l’uso corretto dei sistemi di ritenuta per bambini (CRS). Anche le dimensioni e il posizionamento dei dispositivi CRS ISOFIX più grandi hanno avuto un impatto negativo sulla sicurezza dei bambini.

Il cammino verso una maggiore sicurezza

I risultati ottenuti dal Fiat Pulse servono a indicare agli ingegneri e ai progettisti dell’azienda madre Stellantis i margini di miglioramento, con un’attenzione particolare alla protezione dagli impatti laterali per la testa e alla sicurezza dei passeggeri bambini. Il Latin NCAP ha esortato Stellantis a focalizzarsi su questi aspetti cruciali, suggerendo di rafforzare la sicurezza di base nell’intera gamma dei loro veicoli. Inoltre, è stata enfatizzata la necessità di una maggiore robustezza strutturale del Fiat Pulse e di standardizzare l’equipaggiamento con sistemi di frenata automatica d’emergenza (AEB), al fine di ottenere una classificazione più elevata e garantire una maggiore sicurezza per tutti gli utenti della strada.

RELATED ARTICLES

Most Popular