HomeSportCambio della guardia a Trigoria: Angeliño nuovo rinforzo per De Rossi

Cambio della guardia a Trigoria: Angeliño nuovo rinforzo per De Rossi

L’orizzonte calcistico si tinge di esplosive novità e trasferimenti che scuotono il panorama sportivo. Nel mirino degli appassionati e degli addetti ai lavori, c’è un nome che riecheggia nelle cronache recenti del mercato: Angeliño. Il terzino sinistro, nato nel ’97 e orgogliosamente spagnolo, ha saputo farsi valere nei campi olandesi giocando per il PSV, tanto da catturare gli occhi attenti e critici di Pep Guardiola, il quale non ha esitato a portarlo sotto l’ala del Manchester City.

Eppure, come spesso accade nel teatro dei sogni del calcio, non tutto si trasforma in oro. In Inghilterra, il nostro protagonista non ha trovato la chimica giusta con l’ambiente, costringendolo a cercare nuovi orizzonti. La sua bussola lo ha guidato verso la Bundesliga, nello specifico al Lipsia, dove ha disputato quella che può essere definita la sua stagione d’oro, quella del 2020/21.

Ma l’instabilità sembra seguire Angeliño come un’ombra fedele. L’ultima estate ha visto il suo trasferimento in Turchia, tra le file del Galatasaray, dove ha collezionato prestazioni sino alla diciannovesima apparizione. Poi, come se una maledizione sportiva avesse colpito, il terzino viene messo da parte, un espediente tattico attuato per evitare il riscatto obbligatorio fissato a 6 milioni di euro. La sua ultima danza in campo risale al 12 dicembre, in una notte di Champions League contro il Copenaghen.

Angelino è il rinforzo tanto atteso da De Rossi

Ora, con il fisico ancora in perfetta forma ma con la necessità di ritrovare il ritmo della competizione, Angeliño è pronto a sbarcare nell’eterna Roma. Se gli dei del calcio saranno propizi, il terzino sinistro potrebbe addirittura esordire nella prossima sfida capitolina contro il Cagliari, in quella che potrebbe essere una rinascita sotto il cielo dell’Olimpico.

E mentre la capitale si prepara ad accogliere il nuovo gladiatore, Tiago Pinto vive i suoi ultimi attimi come direttore sportivo della Roma, chiudendo l’operazione Angeliño in maniera fulminea. Il giocatore, ambito anche dal Betis nel suo natìo suolo spagnolo, desiderava una risposta celere e Roma ha saputo offrirgli quella certezza che tanto cercava.

Tuttavia, a Trigoria si respira un’aria di riflessione: occorre fare spazio nelle liste e migliorare l’indice di liquidità. I nomi sul tavolo delle cessioni sono diversi, con Kumbulla, Celik e Belotti in prima linea, ma anche Llorente e Renato Sanches, quest’ultimo con la possibilità di fare ritorno al PSG.

In questa scacchiera di strategie e movimenti, i Friedkin non perdono tempo e già valutano i profili per il successore di Tiago Pinto. Tra i candidati emerge il nome di Florian Maurice, già noto alla proprietà e in procinto di lasciare il Rennes. Ma nelle retrovie, le altre candidature rimangono vive, con l’inglese Mitchell in lizza per una posizione che promette sfide e rivoluzioni in un Roma che non si ferma mai.

Matteo Orilandi
Matteo Orilandi
Mi chiamo Matteo, sono del 1974 e la musica è il centro della mia vita. Mi occupo principalmente di traduzione e interpretariato, ma nel tempo libero mi piace tantissimo seguire il mondo dello spettacolo e dello sport. Vivo a Roma, in compagnia della mia partner e del nostro gatto Romeo!
RELATED ARTICLES

Most Popular